Archivi autore: admin

Liscio come l’olio o quasi


Era abbastanza evidente che nel periodo dell’università fossi piuttosto stressato.

Mi trovavo in una posizione scomoda tra obblighi scolastici, attività extrascolastiche, problemi con le relazioni interpersonali.

Quindi mi ritrovavo spesso a pensare al futuro, soprattutto la sera prima di andare a dormire.

Fortunatamente, avevo un compagno di stanza che comprendeva i miei tormenti ed un bel giorno, in modo del tutto inaspettato, tirò fuori un mazzo di tarocchi con l’intenzione di farmi una lettura.

Non avevo idea che fosse in grado di farlo e poiché non avevo mai avuto esperienze di questo tipo, iniziai ad agitarmi e la mia mente iniziò ad arrovellarsi con alcune domande.

  1. Mi avrebbe raccontato delle cose generali oppure mi avrebbe parlato di un particolare aspetto della mia vita?
  2. Avrebbe funzionato?

Quindi spinto dalla curiosità, decisi di mettere da parte l’emozione e calarmi mentalmente nell’intero processo: ci sedemmo sul pavimento di legno della nostra camera da letto e Andrea (così si chiamava il mio ex compagno di stanza) prese le carte avvolte in un panno.

Mise il mazzo di carte davanti e mi chiese gentilmente di mescolarle.

Se lo avesse fatto lui, il risultato sarebbe stato completamente diverso.

Presi il mazzo di carte e cercai di mischiarle con attenzione e concentrazione.

Poi posò le carte a metà tra me e lui e la lettura ebbe inizio.

Le suddivise ulteriormente in dei gruppi relativi a diversi aspetti della mia vita, sulla base di fatti personali, della casa, della carriera, dell’amore e del futuro.

La prima carta che uscì fu “l’ancora”, che restò alla base della lettura. Simboleggiava la speranza e l’ottimismo per il futuro di fronte alle avversità.

Fece una descrizione generale delle prime carte che girò: disse che dovevo trovare l’equilibrio nella mia vita.

Le carte parlavano anche di lotte per ottenere i proprio obiettivi, non particolarmente difficili da superare.

La casa

Le carte indicarono che i miei sentimenti sono come le maree, nel loro andare avanti e indietro, in costante cambiamento e che se volevo vedere un cambiamento, avrei dovuto chiarire le mie intenzioni con me stesso.

La carriera

Le carte prevedettero ogni percorso della mia carriera. Dissero che dovrò affrontare delle instancabili lotte lungo il mio percorso di vita (vorrei specializzarmi in giornalismo), ma la mia perseveranza sarebbe stata ripagata alla grande.

Fu molto rassicurante

Durante la seduta, girai due carte nello specifico, che mi sono rimaste in mente.

Non mi ricordo né il seme, né l’immagine, ricordo solamente il grande sorriso che fece il mio compagno di stanza, felice per tutto quello che mi sarebbe successo.

L’amore

Secondo il mio compagno di stanza le carte posso essere interpretate in diversi modi: possono descrivere la persona che sono, la persona che vorrei essere oppure le amicizie in generale.

Indicavano che stavo lavorando pian pianino nel crearmi una sfera sociale appagante, sia per quanto riguarda i sentimenti che non.

Il futuro

Le mie carte per questo aspetto furono molto meno dirette rispetto alle altre.

Non mi dissero esattamente tutti i passi da seguire, ma bensì solamente che non vivrò un buon momento all’inizio ma che il futuro sarà più roseo in avanti.

Le mie considerazioni personali

Questa lettura della cartomanzia mi ha aiutato in un certo senso a fare chiarezza nella mia vita.

Magari non può essere considerata come un maestra di vita, comunque mi ha aiutato a dare un senso alle cose e mi ha dato la forza per continuare gli studi senza preoccupazioni.



Leggi articolo completo

Liscio come l’olio o quasi
Vota questa pagina.

Yari Carrisi e quello strano 9 di cuori sui social: nuovo amore in arrivo?


Yari Carrisi, figlio di Al Bano e Romina Power, non ha mai particolarmente amato le luci dei riflettori. I fan hanno avuto modo di conoscerlo tramite il reality show “Pechino Express” e successivamente in “55 passi nel sole”, programma speciale in 2 puntate dedicato ai 55 anni di carriera del padre in cui ha esibito ottime doti canore. Fondamentalmente però Yari Carrisi è una persona molto riservata, un “solitario” che ama girare e conoscere il mondo. Interagisce con i suoi fan soprattutto sui social network e proprio una foto postata sul suo profilo Instagram lo ha proiettato al centro delle cronache rosa.

Cosa ha suscitato l’interesse dei fan e dei siti di gossip? Uno scatto che ritrae le radici di un albero fotografato dal basso con uno squarcio di cielo in alto. Una foto apparentemente normale che però nasconde un dettaglio molto particolare: un 9 di cuori appena visibile al centro ed in basso. La scelta di questa carta secondo molti non è casuale, poiché il 9 di cuori ha un significato molto importante nel mondo della cartomanzia. Considerando che Yari Carrisi è fortemente legato alla spiritualità molti hanno ipotizzato che il ragazzo abbia voluto lanciare un messaggio tramite questa carta. 

Il 9 di cuori può avere diversi significati sia da un punto di vista sentimentale che professionale. Questa carta è chiamata anche “carta del Desiderio” e indica la felice riuscita di un progetto. I cuori hanno diversi significati: fedeltà, amore, pace, soddisfazione, romanticismo, fiducia, onestà e famiglia. Anche il 9 ha diverse accezioni positive come fortuna, ambizione e realizzazione. Il 9 ed il cuori rappresentano un binomio vincente che potrebbe simboleggiare l’inizio di un nuovo amore per Yari Carrisi dopo la storia finita con un’altra figlia d’arte, Naike Rivelli. Forse c’è una nuova fiamma nella vita di Yari Carrisi che evidentemente ha voluto annunciare il nuovo amore con questo alone di mistero. Poiché il 9 di cuori simboleggia anche la famiglia non è escluso che Yari Carrisi stia pensando di avere dei bambini col suo eventuale nuovo amore.

Come detto però il 9 di cuori simboleggia anche un successo da un punto di vista professionale, quindi l’interpretazione potrebbe riguardare proprio un nuovo progetto per il figlio di Al Bano e Romina. In ambito professionale questa carta denota anche approvazione sociale ed un’elevata considerazione, quindi potrebbero aprirsi per Yari Carrisi le porte di un nuovo lavoro che lo gratifichi. Il 9 di cuori di generale ha un’accezione positiva che può simboleggiare anche viaggi, riuscita di un progetto, soddisfazione, felicità, evoluzione spirituale positiva, pace, gioia interiore ecc. Qualunque sia il motivo che ha spinto Yari Carrisi a postare questa foto piuttosto enigmatica, molto probabilmente sta vivendo un periodo di profonda pace interiore e di felicità condito forse da un nuovo amore o da un nuovo progetto lavorativo pronto a decollare. Per conoscere gli sviluppi di questa vicenda non resta altro che continuare a seguire i profili social di Yari Carrisi, che ben presto potrebbe comunicare con i suoi fan con un’altra foto ed un’altra carta per annunciare importanti novità nella sua vita.



Leggi articolo completo

Yari Carrisi e quello strano 9 di cuori sui social: nuovo amore in arrivo?
Vota questa pagina.

Jean Paul Gaultier e i tarocchi


La figura di Jean Paul Gaultier è un vero e proprio punto di riferimento nel settore della moda. In una recente intervista concessa a Io Donna, Gaultier ha parlato del rapporto con sua nonna e con i tarocchi. Egli ha riferito di considerare sua nonna come una donna straordinaria: lavorava come infermiera ed era al tempo stesso eccentrica e semplice. Una volta concluso il suo lavoro, poi, tornava a casa e si dedicava alla lettura dei tarocchi. 

Nel corso della stessa intervista, Gaultier ha rivelato che i celebri corsetti che rappresentano una costante delle sue creazioni sono ispirati a quelli delle donne che andavano a farsi fare le carte da sua nonna. Anche questo aspetto gli ha insegnato quello che lui reputa un fattore molto importante, vale a dire la relazione tra ciò che si ha dentro e il modo in cui ci si mostra all’esterno. I due aspetti, secondo lui, sono fortemente collegati l’uno con l’altro, ed è per questo che la moda può funzionare unicamente quando è in grado di esprimere ciò che è legato alla persona che indossa i vestiti o gli accessori. 

Alla carriera di Jean Paul Gaultier è ispirato anche uno spettacolo di arte varia, denominato Fashion Freak Show, che giungerà anche nel nostro Paese in occasione del Festival di Spoleto dei 2 Mondi, in programma a cavallo tra la fine di giugno e la prima metà di luglio. Lo spettacolo ha ottenuto più di 200mila ingressi, e così si è deciso di proseguire le repliche alle Folies Bergère per diversi mesi in più, anche se lo stop era programmato per Natale. In effetti l’esibizione non si limita alla moda, ma è un concentrato di sapori che consente di intuire facilmente le ragioni del successo, per un mix che coniuga la storia del costume con la musica, il cinema con il teatro, l’umorismo con il sociale. 

Chissà che non ci sia un piccolo spazio anche per i tarocchi, da cui il 66enne Gaultier potrebbe aver tratto ispirazione per la sua concezione della moda popolare e al contempo autoironica. La scelta delle modelle non professioniste è stata una delle caratteristiche peculiari del modus operandi del creatore transalpino, che non si è mai fatto problemi nel selezionare ragazze differenti dai classici stereotipi basati su corpi magri e altezze slanciate. 

Per tutta la carriera Gaultier è stato accompagnato da un forte buonumore che non lo ha mai abbandonato, e che è risultato ancora più evidente per il contrasto con un settore – quello fashion, appunto – che propone spesso atteggiamenti algidi. Di certo, il fatto di essere riuscito a esaudire il sogno che aveva fin da bambino, lavorando nel mondo della moda, ha contribuito alla sua attitudine nei confronti della realtà circostante: un atteggiamento che si basa sullo stupore e sulla meraviglia che si provano di fronte alla bellezza da cui siamo circondati, e che in un certo senso riflette anche l’insegnamento dei cartomanti, che invitano sempre chi li contatta ad assumere un approccio positivo nei confronti della vita e delle persone comuni, vicine e lontane. 



Leggi articolo completo

Jean Paul Gaultier e i tarocchi
Vota questa pagina.

Lappeso e la collezione ispirata alla cartomanzia


Una collezione ispirata alla cartomanzia: è questa la proposta di Lappeso per il Fuorisalone 2019, l’insieme di appuntamenti artistici e culturali collaterali rispetto al Salone del Mobile in programma in questi giorni alla Fiera di Rho. Il nuovo design è stato scelto da Foro Studio con la collaborazione di Maryling, partendo dal presupposto che l’apparenza è sempre un enigma e niente è mai ciò che sembra. Le vetrine della boutique del marchio situata in via Manzoni al civico 37 permetteranno di scoprire un’interpretazione dell’oggetto inedita e differente rispetto al solito. Oltre la classica faccia istituzionale, si punta sulla libertà di fruizione.

Lappeso di Foro Studio rappresenta in maniera ideale questo percorso con un oggetto che si propone di rivisitare le suggestioni che provengono dall’universo della cartomanzia. L’appeso è, appunto, una delle più note figure tra quelle che fanno parte degli arcani maggiori, e simboleggia la necessità di una profonda trasformazione che coinvolga le convinzioni personali e, più in generale, in modo in cui le cose vengono guardate. Il progetto è stato mostrato in occasione della Design Week 2019 e costituisce uno dei fiori all’occhiello di Foro Studio, realtà meneghina che si dedica al design focalizzandosi sulla ricerca di esperienze non solo emotive, ma anche cognitive e sensoriali, per un’esplorazione delle molteplici opportunità offerte dalla materia.

Anche se la raffigurazione dell’appeso nei tarocchi potrebbe far pensare a una connotazione negativa della carta, in realtà il suo messaggio è caratterizzato da varie sfaccettature. Appendere una persona a testa in giù, in passato, corrispondeva a una pratica di tortura: la vittima veniva appesa per un piede e obbligata a tenere le mani dietro la schiena. Nella rappresentazione dell’arcano maggiore, l’appeso sembra quasi imperturbabile, con un volto non sofferente ma piuttosto in meditazione, capace di sopportare il dolore in maniera impassibile.

La carta dell’appeso chiama in causa una condizione poco favorevole che è necessario sopportare e superare per riuscire a conseguire l’obiettivo che ci si propone di raggiungere: proprio per questo motivo la carta è il simbolo di un sacrificio. L’appeso raffigura chi capisce che non sempre è utile sforzarsi per cambiare le cose, poiché a volte è sufficiente aspettare che il tempo passi e il cambiamento giunga da sé. Quando si è in presenza di una situazione sfavorevole temporanea, non c’è altro da fare che gli eventi mutino naturalmente: in ogni circostanza in cui ci si trova in difficoltà, è bene imparare a sopportare e – come si dice – fare buon viso a cattivo gioco, evitando di affidarsi solo all’istinto ma sapendo accettare le rinunce indispensabili per superare gli ostacoli e le prove quotidiane.

L’essenza di Maryling si basa su uno sperimentalismo che si traduce in un modo innovativo di fruire la moda: ne deriva una contaminazione tra linguaggi differenti per una couture artistica in cui molteplici stimoli indicano il percorso che deve essere seguito. Nella boutique milanese è disponibile la collezione primavera estate 2019, che è in grado di coniugare un’estetica uberclassic con l’approccio creativo tipico di Gaudì, tra proporzioni impeccabili e linee perfette, per un’esplosione di stimoli e di colori.



Leggi articolo completo

Lappeso e la collezione ispirata alla cartomanzia
Vota questa pagina.

Cristobal Jodorowsky ed il psicoteatro in scena a Firenze il 28 maggio


Cristobal Jodorowsky sarà in scena con il suo spettacolo di psicoteatro “Eh la coppia, la coppia, la coppia” al Teatro di Rifredi di Firenze il 28 maggio dalle 20:30 alle 23:30. L’evento analizza e snocciola tutti gli aspetti relativi alla vita di coppia che possono risultare sconosciuti anche dopo anni di matrimonio. Nelle relazioni di coppia possono infatti nascere desideri, bisogni o parti di noi che non riconosciamo come nostri. L’artista tramite un processo di introspezione che studia l’animo umano intende esplorare gli aspetti più reconditi del nostro spirito e della nostra mente, coinvolgendo gli spettatori in un viaggio dentro se stessi.

L’obiettivo di Cristobal Jodorowsky è sfruttare le sue capacità acquisite nel tempo per aiutare gli altri in uno spazio definito della propria intimità come momento di ispirazione per partecipare alla trasformazione delle persone.

Lo psicoteatro è una serata a teatro per tutti che tocca di volta in volta diversi argomenti. In quest’occasione la tematica che verrà analizzata è il rapporto di coppia e tutte quelle dinamiche che di volta in volta possono riaprire vecchie ferite, regalare momenti di pura gioia, farci tornare bambini oppure allontanarci da noi stessi. Cristobal Jodorowsky con amore, fantasia ed ironia accompagna lo spettatore a toccare con discrezione e cordialità alcuni temi fondamentali della propria vita, grazie anche all’aiuto dei tarocchi che sono dei suoi fedeli compagni di viaggio. Sul suo sito personale http://www.cristobaljodorowsky.it/ l’artista spiega che la cartomanzia lo aiuta ad entrare in contatto col suo pubblico come strumento di indagine interiore. Sul portale sono presenti tutti gli altri appuntamenti dell’artista ed un interessante approfondimento sul “metamundo”, un percorso che genera processi di trasformazione all’interno delle persone e dei loro stili di vita applicando un pensiero artistico della guarigione.

Jodorowsky alla fine dei suoi spettacoli ama interagire con il pubblico coinvolgendo alcune persone nella lettura dei tarocchi. Per acquistare i biglietti è possibile recarsi all’indirizzo web https://www.eventbrite.it/e/biglietti-cristobal-jodorowsky-psicoteatro-firenze-ehla-coppiala-coppia-la-coppia-59635329877, mentre è possibile reperire le informazioni per raggiungere il teatro al link http://www.teatrodirifredi.it/info/dove-siamo/. Dopo questa serata è possibile analizzare il rapporto di coppia in modo più empatico e spirituale analizzando ogni problema da un punto di vista diverso da quello consueto per ampliare i propri orizzonti e modi di pensare.



Leggi articolo completo

Cristobal Jodorowsky ed il psicoteatro in scena a Firenze il 28 maggio
Vota questa pagina.

Tarot Readings Premium: I tarocchi e la Playstation, un binomio tutto da scoprire


Frutto di una tradizione secolare che assume le declinazioni più diverse nelle varie parti del mondo, i tarocchi assumono una veste tecnologica inedita grazie alla Playstation, e in particolare alla quarta generazione della consolle della Sony. Il merito è di Tarot Readings Premium, un’applicazione che è stata sviluppata e messa a punto da Crazysoft Limited e che – come è stato messo in evidenza dal sito di news Playstationbit.com – è disponibile sullo store a un costo di 13 euro e 49 centesimi. Le carte che vengono adoperate per predire il futuro, quindi, vengono messe a disposizione di tutti: non solo di chi vanta già una lunga esperienza in questo settore, ma anche di coloro che sono alle prime armi e vogliono saperne di più.

Ma in che cosa consiste di preciso Tarot Readings Premium? Grazie a questa applicazione sarà possibile usufruire di un’esperienza di cartomanzia completa sotto tutti i punti di vista, come se ci si trovasse a diretto contatto con una cartomante. In concreto, è possibile osservare le mani mentre le carte vengono mischiate, ma anche selezionare i tarocchi a cui ci si sente più vicini e andare alla scoperta di arcani e segreti. 

Gli addetti ai lavori sono concordi nel ritenere che quella che viene offerta da Tarot Readings Premium sia la migliore delle possibili esperienze di tarocchi tra quelle sul mercato, anche per merito della presenza di carte personalizzate, che possono vantare uno stile unico e una grafica impeccabile: riprodotte in 4K, sono tutte e 78 animate. Insomma, tra gli arcani maggiori e gli arcani minori si ha l’occasione di immergersi fino in fondo nella magia dei tarocchi e nell’universo della divinazione.

L’animazione delle carte è sono uno dei tanti punti di forza di questo gioco, che può essere sfruttato per la divinazione ai fini della cartomanzia e della tarotologia. Insomma, si è liberi di vivere la completa esperienza del taro: una volta scelte, le carte vengono presentate con la massima attenzione e identificate in ogni loro significato. Lo stile del ponte principale è studiato ad hoc, mentre l’alta risoluzione assicura una grafica speciale. I sottotitoli di Tarot Readings Premium sono disponibili in ben 7 lingue diverse: oltre che in italiano, anche in spagnolo, in francese, in inglese, in portoghese, in tedesco e in russo. Il file non è molto pesante, visto che le sue dimensioni non superano i 400 MB.

Il gioco è adatto a tutta la famiglia e viene incasellato nelle categorie Casual ed Educativo: questo vuol dire che anche i ragazzi si possono dedicare a una forma di intrattenimento che garantisce conoscenza e divertimento. La cartomanzia è una vera e propria arte e in quanto tale va trattata con serietà, ma questo non vuol dire che si debba approcciarsi ad essa in modo serioso. Con l’aiuto di questa proposta di PS4, dunque, grandi e piccini hanno la chance di entrare in contatto con la carta del matto, quella dell’imperatrice, quella del carro e tutte le altre figure simboliche che ci aiutano a conoscere, a interpretare e a capire il nostro domani. 

Vai sul sito ufficiale



Leggi articolo completo

Tarot Readings Premium: I tarocchi e la Playstation, un binomio tutto da scoprire
Vota questa pagina.

Arcadia – Storie di trionfi a corte


“Arcadia – Storie di trionfi a corte”: è questo il titolo della mostra di Roberto Di Costanzo in programma a partire da martedì 7 maggio, e fino al prossimo 21 maggio, presso lo Spazio Cima di Roma, al civico 9 di via Ombrone. L’esposizione, a ingresso libero, sarà aperta dal lunedì al giovedì dalle 3 del pomeriggio alle 7 di sera, e il venerdì solo su appuntamento. Curata da Roberta Cima, la kermesse permetterà al pubblico di conoscere da vicino le opere di Roberto Di Costanzo e l’alchimia dei Trionfi, vale a dire gli arcani maggiori dei tarocchi: le varie figure vengono rivisitate e interpretate dalla china dell’artista per uno spettacolo unico nel suo genere.

I Trionfi in origine sono stati concepiti in qualità di carte da gioco e affondano le radici in un passato molto lontano, se è vero che vengono menzionati niente meno che nel trattato di Marziano. Con il passare dei secoli, poi, la loro natura si è evoluta e si è trasformata in quella di passatempi di corte: fu per la famiglia Visconti che vennero creati i mazzi più antichi che sono sopravvissuti al trascorrere del tempo ed esistono ancora oggi. In ogni epoca, comunque, essi sono stati ritenuti delle autentiche opere d’arte, spesso contraddistinte da lavori di punzonatura o impreziosite da miniature con foglie argentate o dorate sul fondo.

Le opere in mostra saranno 22, perché – ovviamente – 22 sono gli arcani maggiori: 21 più la carta del matto. Ogni opera propone pochi accenni di colore ed è realizzata a inchiostro di china. La grafica dell’autore si inserisce all’interno di accenni paesaggistici non privi di richiami a maestri delle epoche precedenti, da Michelangelo Buonarroti a Leonardo da Vinci, passando per Durer. 

Per saperne di più, è sufficiente recarsi sul sito ufficiale di Spazio Cima all’indirizzo http://www.spaziocima.it/2019/04/19/arcadia-storie-di-trionfi-a-corte-roberto-di-costanzo-dal-7-al-21-maggio-2019/ o chiamare lo 0685302973.



Leggi articolo completo

Arcadia – Storie di trionfi a corte
Vota questa pagina.

Via Luccoli è magica: un evento unico per gli appassionati di street magic


Via Luccoli è magica“: questo è il nome dell’evento che si terrà sabato 25 maggio 2019 a Genova e che vedrà protagonisti vari prestigiatori specializzati in spettacoli di magia. L’iniziativa, che si svolgerà per l’appunto a via Luccoli, consiste prevalentemente in una manifestazione di street magic: chiunque potrà passeggiare lungo la strada e ammirare le suggestive esibizioni degli illusionisti. Gli appassionati del settore avranno a disposizione più di tre ore, nello specifico dalle 15.00 alle 18.30, per assistere a giochi di prestigio, numeri di close-up, letture di tarocchi e così via.

Il progetto nasce da una proposta del Civ Luccoli (https://it-it.facebook.com/vialuccolige), finalizzata a promuovere e a rendere nota la strada genovese in oggetto sia tra gli abitanti della città sia tra i visitatori. Il Centro integrato di Via Luccoli ha ideato, per il mese di maggio, anche un altro evento, ovvero una mostra mercato dedicata al giardinaggio: in tutti i giornali locali le due iniziative vengono citate insieme, in quanto entrambe volte alla riscoperta della bellezza e del potenziale turistico della via. Nel caso della manifestazione di street magic, gli spettatori potranno conoscere tutte le ultime tendenze in materia di magia, come il cosiddetto cardistry, ovvero la fioritura delle carte, e il close-up, ossia i numeri di micromagia che si svolgono a una distanza minima dal pubblico. Non mancheranno esibizioni connesse ai tarocchi e, in generale, all’illusionismo (http://liguria.bizjournal.it/2019/04/genova-torna-via-luccoli-in-fiore-e-stavolta-dura-tre-giorni).

Via Luccoli è legata alla magia anche durante gli altri giorni dell’anno. Lungo la strada sorge, infatti, un negozio dedicato proprio a questo tema, Giocaluccoli, dove spesso vengono allestiti spettacoli del genere (https://www.mentelocale.it/genova/eventi/116678-magia-e-spettacoli-con-gli-zena-magic-crew-da-giocaluccoli.htm). Per il 25 maggio, ad ogni modo, non bisogna prenotare nulla: tutti, nessuno escluso, potranno recarsi a via Luccoli per passeggiare tra prestigiatori e illusionisti, aggiornarsi sugli ultimi trucchi e conoscere nuove persone con il medesimo interesse per il mondo della magia.



Leggi articolo completo

Via Luccoli è magica: un evento unico per gli appassionati di street magic
Vota questa pagina.

Tarocchi come forma d’arte


I tarocchi non sono solo delle semplici carte che vengono utilizzate per predire il futuro da parte di veggenti capaci di farlo ma, in alcuni casi, sono anche degli stimolanti input per artisti che si rifanno agli Arcani Maggiori per trarre ispirazione per le loro opere.

È il caso di Yuriko Damiani che esporrà dal 14 al 21 maggio allo Spazio Cima di via Ombrone 9 a Roma, la sua personale che nasce come una visione delle immagini degli Arcani Maggiori dei Tarocchi, rielaborati dall’artista su diversi complementi di arredo come porcellane e gioielli.

Si tratta delle ventidue immagini dei Trionfi che vengono rappresentate seguendo la simbologia orientale da sempre guida delle creazioni di Yuriko che, in passato, ha utilizzato personaggi del Teatro Kabuki del XVII secolo.

Scene dove sono dipinti Imperatori e Geishe, flora giapponese e immagini riferite alla vita dell’Oiran passando per fiori stilizzati e motivi geometri finemente colorati con diverse tonalità di oro antico, caratterizzano lo stile di questo artista che riesce a creare un denominatore comune tra Oriente ed Occidente.

C’è da sottolineare il fatto che i Tarocchi, presenti sin dall’antichità, continuano a rappresentare degli input che sorprendono anche coloro che hanno familiarità con queste carte.

I veggenti che utilizzano i Tarocchi per captare quelle vibrazioni ultra-dimensionali che solo loro hanno il potere di avvertire, sanno fin troppo bene quanto queste carte possono dare anche in fatto di creatività.

Legati a doppio filo ad un’arcaica tradizione esoterica, le 78 immagini che si trovano sulle carte suddivise tra Arcani Minori e Trionfi (o Arcani Maggiori), sono legate a ruoli sociali, concetti filosofici, virtù e altro ancora che offrono delle indicazioni laddove interrogati in modo preciso.

Il successo riscontrato nel XIX secolo in Francia e Gran Bretagna dove in quel mentre esplodeva l’interesse per l’occulto e l’esoterismo, ha mantenuto inalterato l’interesse verso il mondo della lettura della carte nel quale, i Tarocchi, sono sicuramente la maggior espressione.

Veggenti e cartomanti che siano capaci di interpretare i segni, possono indicare un cammino a colui che ne richiede il consulto e focalizzare l’attenzione verso ciò che è realmente importante.

Tornando al vernissage di Yurico Damiani, il 14 maggio tutti gli appassionati della lettura delle carte potranno soddisfare la loro curiosità vedendo in quale modo l’artista ha saputo rappresentare i segni dei Trionfi e dei Tarocchi in genere.



Leggi articolo completo

Tarocchi come forma d’arte
Vota questa pagina.

Ecco il libro dedicato ai tarocchi veneziani


Si chiama “Tarocchi narranti – Arcani veneziani” il libro che sarà presentato venerdì 10 maggio da Elisabetta Rossi al Centro Adriana Revere di Vezzano Ligure in occasione della manifestazione “Storie di donne. Donne di storia”. La kermesse, che è giunta alla sua settima edizione, vede un ritorno per l’autrice, che vi aveva preso parte già 4 anni fa, quando aveva portato la sua opera “Racconti colpevoli”, edita da Albatros. Adesso è la volta di un volume incentrato sui tarocchi veneziani: uno studio approfondito di questi arcani che permetterà di comprenderli con attenzione. Il mazzo di carte viene preso in esame come un normale linguaggio, di cui vengono analizzate le modalità di comunicazione e le caratteristiche sintattiche.

La rassegna che va in scena al Centro Adriana Revere è organizzata dall’Assessorato alla Cultura e alle Pari Opportunità del Comune in provincia di La Spezia: per l’occasione sarà possibile osservare anche le foto di Michele Alassio, contenute nel volume. Pubblicato da Erga Edizioni, il libro della Rossi esplora il mistero delle 78 carte, di cui – come noto – 22 corrispondono agli arcani maggiori e le altre rappresentano gli arcani minori.

La Rossi è giornalista e tarologa, e con questa opera ha voluto porre al centro dell’attenzione il linguaggio dei tarocchi, che è sì molto antico ma al tempo stesso in costante evoluzione e in un certo senso sperimentale. L’autrice ha studiato i tarocchi a Londra, approfondendo la loro natura di metodo di comunicazione alternativo: essi vengono considerati un sistema simbolico dal punto di vista narrativo e sul piano psicologico, anche perché sono infinite le vicende che possono essere raccontate tramite le molteplici combinazioni con cui i simboli si possono incrociare. In qualità di sistema divinatorio simbolico, i tarocchi sono ricchi di fascino e magia: l’appuntamento da non perdere, quindi, è per venerdì prossimo alle 21 a Vezzano Ligure. 



Leggi articolo completo

Ecco il libro dedicato ai tarocchi veneziani
Vota questa pagina.